Verifiche D.P.R. 462/2001

Il D.P.R. 462/2001 introduce rilevanti innovazioni e semplificazioni nel procedimento per la denuncia di installazione e la verifica periodica della messa a terra degli impianti elettrici, dei dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche e di impianti elettrici collocati in luoghi di lavoro pericolosi.

La nuova procedura prevede che:

  • l’omologazione dell’impianto di terra e di protezione dai fulmini venga di fatto effettuata con la verifica dell’installatore che rilascia la dichiarazione di conformità ai sensi del D.M. 37/2008 (ex Legge N.46/90). Vengono quindi abrogati i modelli A e B di denuncia degli impianti;
  • al datore di lavoro rimane solo l’obbligo, entro trenta giorni dalla messa in esercizio dell’impianto, di inviare la dichiarazione di conformità all’ISPESL, all’ASL o all’ARPA territorialmente competenti (tramite lo sportello unico comunale per le attività produttive, ove operante);
  • nel caso di impianti installati in cantieri, in locali adibiti ad uso medico e negli ambienti a maggior rischio in caso di incendio, essendo stato abrogato anche il modello C, il datore di lavoro deve comunque comunicare entro trenta giorni la messa in esercizio dell’impianto all’ISPESL, all’ASL o all’ARPA territorialmente competenti. In questo caso la prima verifica sulla conformità deve essere effettuata dall’AUSL o dall’ARPA;
  • il datore di lavoro è tenuto ad effettuare regolare manutenzione degli impianti (per questa prima tipologia di controlli è possibile avvalersi di personale interno qualificato, professionisti, installatori o manutentori esterni);
  • il datore di lavoro ha inoltre l’obbligo di richiedere le verifiche periodiche, con frequenza che dipende dalla tipologia dell’impianto, allo scopo di verificare il buon risultato della regolare manutenzione;
  • le verifiche possono essere eseguite da Organismi di Ispezione appositamente abilitati dal Ministero delle Attività Produttive, oltre che da ASL,/ARPA;

Questo secondo tipo di verifiche deve essere eseguito con la seguente periodicità:

  • biennale per impianti installati in cantieri, in locali adibiti ad uso medico e negli ambienti a maggior rischio in caso di incendio;
  • quinquennale negli altri casi;
  • Le nuove disposizioni legislative si applicano anche agli impianti già esistenti.

Abilitazione Pro-Cert

Pro-Cert S.r.l. in data 10/06/2002 è stata abilitata con apposito decreto del Ministero delle Attività Produttive ad effettuare, quale Organismo di Ispezione di tipo A, le verifiche periodiche e straordinarie sui seguenti impianti:

  • Installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche;
  • Messa a terra di impianti alimentati fino a 1000 V;
  • Messa a terra di impianti alimentati con tensione oltre 1000 V;
  • Impianti elettrici collocati in luoghi di lavoro con pericolo di esplosione.

La presenza su tutto il territorio nazionale, garantisce al cliente tempi certi e ridotti per l’erogazione dei servizi, tempestività nelle comunicazioni ed interlocutori in loco.

La suddetta abilitazione risulta periodicamente rinnovata ed in corso di validità.


 

Regolamento verifica D.P.R. 462/2001

Questo sito web raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie, nel rispetto della tua privacy e dei tuoi dati. MAGGIORI INFORMAZIONI | ACCETTA